Come verificare il livello di usura del battistrada degli pneumatici

Poiché si tratta dell’unica parte del veicolo che aderisce alla strada, la profondità del battistrada degli pneumatici è uno dei fattori importanti per la sicurezza del veicolo, oltre ad essere indicativo delle condizioni dello pneumatico.


Con uno spessore del battistrada ridotto, aumenta la possibilità che lo pneumatico subisca danneggiamenti accidentali o si verifichino fenomeni di aquaplaning, mentre diminuiscono le prestazioni, soprattutto sul bagnato. Uno spessore ridotto del battistrada, infatti,  sul bagnato può ridurre in modo significativo l’aderenza ed il controllo. Gli automobilisti che guidano con pneumatici il cui battistrada sia inferiore al limite legale di 1,6 mm rischiano di incorrere in una sanzione.


Fase 1 – Accesso al battistrada dello pneumatico

Per verificare la profondità del battistrada occorre innanzitutto ottenere una buona visuale degli pneumatici anteriori.
• Parcheggiare su una superficie piana e uniforme.
• Utilizzare il freno a mano per posizionare il veicolo in posizione di parcheggio (se il cambio è automatico) o inserire la prima marcia (se il cambio è manuale).
• Ruotare quindi il volante di 45°, verso destra o verso sinistra, in modo da avere una chiara visuale dello pneumatico da controllare.

L’ispezione è più complicata per gli pneumatici posteriori, ma in linea di massima dovrebbe essere possibile ottenere una visuale ragionevolmente chiara del battistrada da controllare.


Fase 2 – Controllo del battistrada

Una volta posizionato lo pneumatico destro o sinistro in modo che il battistrada sia chiaramente visibile, è possibile iniziare a controllare la profondità del battistrada e le condizioni dello pneumatico. È fondamentale essere molto rigorosi. Per misurare la profondità del battistrada degli pneumatici è consigliabile acquistare e utilizzare un semplice calibro di profondità, detto anche profondimetro. Questo strumento consente in pochi minuti di misurare agevolmente la profondità del battistrada.

Gli pneumatici devono avere almeno 1,6 mm di profondità battistrada sui tre quarti centrali di battistrada per l’intera circonferenza dello pneumatico. Controllare sempre la profondità del battistrada dello pneumatico in diversi punti. Tutti gli pneumatici hanno nei canali principali degli indicatori di usura dello pneumatico. Quando, in seguito all’usura, la superficie del battistrada è allo stesso livello degli indicatori, lo pneumatico è arrivato al limite legale e deve essere sostituito.

Michelin consiglia inoltre di far effettuare regolarmente un’ispezione di tutti gli pneumatici (inclusi quelli di scorta) da parte di uno specialista, che sarà in grado di stabilire se sono ancora adatti all’uso.


FONTE MICHELIN >>>


 

Ti potrebbe interessare anche ...